Benvenuti sull'isola di Minorca, dichiarata dall'Unesco riserva della biosfera dall' 1993.

La strada principale che collega la capitale Mahón a Ciutadella 45 km, . (Me-1). E attraversa l'isola da est a ovest, passando per i paesi principali (Alayor, È Mecardal e Ferreries). Mentre da nord a sud la distanza massima è di 15 km. Sulla mappa (scaricabile qui sotto) vi segnaliamo le principali strade,, spiagge e calette di Minorca. Sono indicate in verde le spiagge e calette alle quali si può arrivare in auto, e in rosso quelle raggiungibili solo a piedi.

 

 

zona Nord

Cosa visitare al nord? Questa zona è molto affascinante per il suo paesaggio molto selvaggio, con poca vegetazione per il vento di Tramontana (tramuntana) che soffia su questa parte dell'isola nella maggior parte dell'inverno

Playa de Cavalleria : Spiaggia incontaminata, di sabbia scura (rossa), conosciuta per il faro, la spettacolare vista delle scogliere e anche per il famoso bagno di argilla.

Binimel·la: Proprio accanto a Cavallería. (e ovest di Cavalleria) Bellísima spiaggia a cui si accede seguendo le direzioni per Fornells e svoltando a sinistra alla rotonda. .

Pregonda: Una volta che siete a Binimel·la, Raggiungibile attraverso un viottolo alla sinistra di Binimel·la in 20 minuti. Spiaggia tranquilla protetta dalla sua forma ricurva e da isolette di fronte.

Fornells: Se avete già visitato le spiagge precedenti potete andare a questo villaggio di pescatori con un porticciolo su una bellissima baia naturale. Il posto offre diversi ristoranti, molti dei quali specializzati in Caldereta de Langosta.

Cap de Favàritx: 'Un faro in un paesaggio lunare', cosí si può definire uno dei luoghi più belli dell'isola.

Es Grau: Qui si può visitare il parco naturale di s'Albufera d'Es Grau, il suo piccolo porto di pescatori e la spiaggia. Un buon posto per escursionisti poiché Es grau vanta i migliori paesaggi curati e una buona informazione per seguire i loro percorsi.

La Vall: Area Naturale di Interesse Speciale, con spiagge spettacolari. Vi si accede percorrendo la strada da Ciutadella verso Cala Morell.

Cala Morell: paesaggio roccioso dove si trova una necropoli talaiotica. Ci sono molte grotte preistoriche visibili gratuitamente e che rendono questo posto un must-ride.

 

zona Sud

Cosa visitare nel sud? La parte meridionale dell'isola è la più urbanizzata, ma anche qui si possono trovare spiagge e calette indimenticabili. Questa zona è caratterizzata da una finissima sabbia, lussureggiante vegetazione, scogliere e anfratti incorniciate da pinete profumate.

Cala Galdana: Cala urbanizzata, la spiaggia, dalla forma perfetta di mezzaluna, offre molti servizi e per questo è consigliata soprattutto se viaggiate con i bambini. E’ possibile trovare riparo dal sole all’ombra della pineta che accompagna la spiaggia..

Cala Mitjana : spiaggia vergine di sabbia bianche, si accede a piedi da Cala Galdana.

Santo Tomas: è la spiaggia di un paese turistico, da cui si possono raggiungere a piedi due bellissime spiagge: quella di Binigaus a destra (10' a piedi) e quellad di Atalis a sinistra con una camminata di 20 minuti tra campi e scogliere solitarie.

Son Bou: Lunga circa 4km, è la più lunga a Minorca, urbanizzata solo nella prima parte. (4 km ca.)

Macarella - Son Saura - Cala en Turqueta

A C C E S O: A sud di Ciutadella ci sono le più celebri insenature della parte meridionale dell’isola: Macarella – Macarelleta – Calan Turqueta – Son Saura. Si raggiungono dalla rotonda sud di Sant Joan de Misa, lungo la circnvalazione sud di Ciutadela.. Per la loro popolarità, il numero di macchine permesso a queste spiagge è in base alla disponibilità dei parcheggi. Per cui prima di girare a sinistra alla rotonda di Sant Joan controllate se l’accesso alla spiaggia scelta è ancora consentito o il parcheggio è completo.

 

Un percorso al sud?

Vi suggeriamo ora un percorso per visitare le spiagge e le città del sud-est dell'isola:

Sulla strada principale ME-1 uscite ad Alayor Calan Porter. Lungo strada si trova “Torralba”, uno dei più importanti monumenti megalitici dell'isola. Dopo pochi chilometri si raggiunge l'intersezione di Cala en Porter , dove potrete visitare 'Cova den Xoroi', delle grotte adibite amuseo di giorno , mentre di notte si trasformano in uno dei più famosi 'disco' delle Baleari. Da Cala en Porter verso Mahon, troviamo il villaggio di Sant Climent. Qui cercate l’indicazione a destra verso Binidalí –Binibequer, che ci condurrà verso l’unica strada costiera sull'isola. attraverso caratteristici villaggi come Binidalí -Binibequer (Villaggio di pescatori con le case bianche)- Binisafuller- La strada, termina a Punta Prima, dove è Isla del Aire,, sede del famoso 'Sarganta negra' (Lucertola nera).

 

Minorca non è solo spiaggia…

Quando scende la notte, le spiagge di Minorca si svoutano e l'isola si colora … Città come Ciutadella, Mercadal, Mahón, in particolare, vedono le loro strade riempirsi di persone che camminano tra mercati artigianali notturni. . Questi mercati, uniti alle molte attrattive di queste città, fanno capire che è meglio non rimanere solo a soggiornare in hotel, ma muoversi ed esplorare le stradine e le piazze dei diversi villaggi all'interno di Minorca..

Minorca può vantare di avere il primo sole della Spagna, ma anche i migliori tramonti… Si tratta di un'attività libera, Dura poco tempo e non taglia la giornata, dal momento che puoi fare le cose prima e dopo il tramonto.. precipizi, Bares, montagna, spiagge… ci sono molti punti da cui si può ammirare un bellissimo tramonto. chiaramente, Perchè lo sfondo che avete intorno altramonto è ciò che tramonto unico, .. Faro de cavalleria , Punta Nati o la stessa montagna di Monte Toro sono angoli spettacolari di tutta l'isola, che porterete nei ricordi di Minorca..

 

Mahón

La capitale amministrativa di Minorca, è il porto più grande del Mediterraneo o il secondoporto più grande del mondo, con una lunghezza di 5 km. Accanto al terminal dei traghetti ci sono diverse compagnie catamarani con cui si può visitare il porto, la visita all'isola del Rey, lazareto e la fortezza della Mola.

Ciutadella

L'ex capitale dell'isola fino all'occupazione inglese dell'anno 1714. E 'la sede del vescovado di Minorca. Dal nostro punto di vista è la più bella città di Minorca. E’ bello perdersi nelle stradine del centro storico, visitare la cattedrale, i palazzi e le piazze, alla scoperta di una delle più belle città medievali nel Mediterraneo. Non dimenticate una passeggiata lungo il suo porticciolo naturale ricco di ristoranti e peschereggi.

Scarica la nostra mappa!

L'utilizzo dei cookies

Questo sito utilizza cookies per voi di avere la migliore esperienza utente. Se si continua a navigare si sta dando il suo consenso all'accettazione dei biscotti di cui sopra e l'accettazione della nostra politica di biscotti, fare clic sul link per maggiori informazioni. bene

Avviso di biscotti